FORZA NOVARA, COMUNQUE E OVUNQUE, PER SEMPRE!!!!!!

Lascia un commento
Senza categoria

Avremmo voluto sognare ancora. Avremmo voluto sognare più a lungo, ma purtroppo il suono della sveglia ci ha riportato bruscamente alla realtà. Questa stramaledetta stagione calcistica è finita nel peggior modo possibile. Ma finalmente è finita.

Abbiamo vissuto cinque stagioni intense ed emozionanti, due delle quali passando dalla Lega Pro alla serie A e le tre successive che ci hanno riportato alla partenza, come se nulla fosse accaduto.

Approdati nella cadetteria, qualcuno ci aveva detto “siamo tornati a casa” ma, la magia di quella squadra e di quei momenti non si è interrotta e ci è stata regalata la serie A. Troppo, tanto per il Novara, per Novara ma incredibilmente bello. L’abbiamo vissuta tutta d’un fiato, con tanto entusiasmo e provando forti emozioni. Ma qualcosa, poi, si è rotto. La maledizione si è accanita contro di noi e non ci ha lasciato scampo, il ritorno in serie B tra i comuni mortali, vissuto con dignità e civiltà, con la consapevolezza che quella era la nostra dimensione. Un’annata iniziata male, finita con l’illusione di poter tornare nell’Olimpo del calcio. Nessuno si è però accorto che si trattava di un primo campanello d’allarme, che la corda era troppo in tiro e che prima o poi si sarebbe rotta. E alla fine, purtroppo, si è rotta davvero.

Non si è capito che quando non si attraversa un buon momento di forma e ci si trova a dover combattere per non retrocedere, bisogna fare appello non soltanto alle proprie risorse fisiche, ma anche e soprattutto a quello che custodiamo nella testa, nel cuore e nella pancia.
Perché bisogna saper gestire i momenti difficili con raziocinio, perché bisogna saper gestire e giocare con coraggio e perché, quando non riusciamo a fare quello che normalmente ci riesce, dobbiamo fare appello allo spirito di squadra.

Dalla promozione in serie A si sono susseguiti una serie di errori dirigenziali e tecnici che hanno generato soltanto confusione perdendo di vista quella che avrebbe dovuto essere la dimensione realistica della società.

Con la retrocessione in serie B, ci aspettavamo non si ripetessero gli stessi errori e soprattutto fosse preso in considerazione, dalle “componenti di maggior decisione” della Società Novara, il principio di assunzione di personale di indiscutibile fede calcistica.

Non ce ne voglia nessuno ma passare da Eroi a ……. è questione di attimi. Abbiamo appena buttato via un altro anno grazie alle lungimiranti strategie societarie. E ci ritroviamo di nuovo in Lega Pro.

In questo momento siamo confusi, non ci è chiaro di preciso cosa succederà.
L’unica cosa certa è che vogliamo vedere atti concreti.

Al nostro Presidente chiediamo di trovare il modo di essere più presente, che capisca, carpisca, osservi, esamini e prenda decisioni importanti per il bene del Novara. Perché il Novara è grande e ritorni grande nei palcoscenici che si merita.

Alle istituzioni della nostra città chiediamo di essere più vicini alla squadra che rappresenta e porta in giro per l’Italia il nome ed i colori della città. Perdere la categoria non è stato solo un danno per la società e per i suoi tifosi ma lo è per tutta la sua comunità.

Ai quei giocatori, che hanno fortemente contribuito a questa pazzesca e dannata retrocessione, ribadiamo l’invito a fare un profondo esame di coscienza e, dimostrandosi veri uomini, rescindendo i contratti in essere.

Mai come quest’anno abbiamo conosciuto ex giocatori, disinteressati alla maglia, svogliati e insensibili alla passione dei tifosi.

A tutti i tifosi, quelli veri, quelli che ci sono sempre stati e che sempre ci saranno, va un grande applauso. Nonostante la retrocessione hanno mostrato passione, cuore, amore e un profondo attaccamento alla maglia azzurra. Hanno manifestato civilmente il proprio dissenso, non di certo per polemica ma per il bene della maglia.

Lo sconforto è forte ma non dobbiamo mollare, dobbiamo essere pronti a ripartire immediatamente, più forti di prima. La nostra passione, il nostro amore per il Novara non dovrà e non potrà mai morire.

Agli occasionali, ai detrattori, ai gufi lasciamo tempi, modi e quant’altro riterranno più opportuno per continuare a praticare il loro sport preferito. Di loro non ne avevamo bisogno in serie A, di loro non ne avremo bisogno nel nostro prossimo futuro.

Un doveroso ricordo va a tutti i cuori azzurri che ci hanno lasciato in questo campionato per raggiungere il club degli “ANGELI AZZURRI IN PARADISO”.

Noi con loro e per loro dobbiamo continuare a lottare a difesa di questa grande ed immensa passione, di questo infinito unico gande amore!!!!

 

FORZA NOVARA, COMUNQUE E OVUNQUE, PER SEMPRE!!!!!!

Coordinamento Cuore Azzurro

20121212_193925

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...